close
Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia
Viaggiare da soli, ecco perché conviene

Viaggiare da soli, ecco perché conviene

27 giugno 2017526Views
CA_LoSaiChe_2017_06_27_Cover_V01

Viaggiare è il modo migliore per conoscere il mondo, ma a volte la cosa più difficile non è tanto trovare il tempo e i soldi per partire, quanto le persone con cui andare.

E chi l’ha detto che non si possa viaggiare da soli, magari facendo una volta tanto esclusivamente quello che si vuole senza doversi accordare o subire i gusti di un’altra persona?

Chi ha già viaggiato da solo sa benissimo che ci sono alcuni accorgimenti da seguire, anche se si viaggia con un compagno o un’amica, ma a maggior ragione se si viaggia da soli.

Un esempio è il costo della camera in hotel. Se viaggiamo da soli è quasi più conveniente prenotare una camera matrimoniale a uso singola che una camera singola. Non solo, il modo migliore per risparmiare in viaggio, soprattutto se siete giovani e gli ostelli non vi spaventano, è quello di dormire in una camerata, magari non mista per chi è alle “prime armi”, per pagare così molto meno e fare amicizia. Un altro vantaggio degli ostelli è costituito dalla possibilità, in molti casi, dell’utilizzo della cucina comune. Che sia solo per fare la colazione o per prepararsi i panini per le escursioni, è comunque un fattore di risparmio notevole. Da non sottovalutare anche lo scambio di informazioni con gli altri viaggiatori che si incontrano: spesso si condividono esperienze e suggerimenti utilissimi al nostro viaggio (anche in termini di riduzione costi!)

Un altro trucco per risparmiare in viaggio, continuando a conoscere persone, è quello di unirsi alle escursioni organizzate dalle strutture, o dagli ostelli, o dai gruppi che si trovano nel vostro stesso alloggio. In questo caso il costo degli spostamenti, della guida e dell’eventuale vitto e alloggio, verrà suddiviso equamente tra i partecipanti all’escursione, così da risparmiare diversi soldi che potrete spendere in altre maniere.

CA_LoSaiChe_2017_06_27_ImmagineSingola_02_V01

Questo e altri consigli vengono dati nel blog Viaggiare da Soli di Francesca di Pietro: viaggiatrice incallita che gira il mondo spendendo pochissimo e viaggiando da sola. Uno dei viaggi che più mi ha fatto sognare è stata la Transmongolica, ma ogni viaggio è un vero e proprio mondo con consigli e trucchi per risparmiare davvero in viaggio, senza togliersi il gusto della scoperta.

Altri spunti interessanti si trovano su alcuni gruppi di Facebook. Il primo che vi segnalo è Vagamonde per donne che vogliono viaggiare da sole, il gruppo è chiuso e bisogna farsi approvare prima di iniziare a commentare. Un altro gruppo chiuso, ma molto seguito, è Viaggio da Sola Perché con oltre 7000 persone iscritte. Potrete fare tesoro dei racconti e dei suggerimenti di altre persone che hanno già affrontato il viaggio che avete scelto. Entrare a far parte di una community adatta al vostro tipo di viaggio vuol dire acquisire molte informazioni utili per pianificarlo al meglio.

Un altro modo per risparmiare in viaggio è partire direttamente da casa con gruppi già organizzati, anche se magari non si conoscono le persone che faranno parte del viaggio, ma chi l’ha detto che non possa essere un vantaggio? Tra questi l’esempio più famoso è senza dubbio quello di Viaggi Avventure nel Mondo, con circa 900 viaggi. Viaggi Avventure nel Mondo permette un grosso risparmio fin da casa. Inoltre si crea fin da subito una cassa comune, che serve per le piccole spese, mentre le grandi spese vengono divise equamente di volta in volta. Si fanno amicizie e nello stesso tempo c’è la possibilità di fare anche qualcosa da soli, pur non viaggiando mai da soli. Chi desidera esplorare delle zone del mondo poco battute, potrebbe trovare in un gruppo come questo una buona soluzione di viaggio.

CA_LoSaiChe_2017_06_27_ImmagineSingola_03_V01

Un altro sito che vi consiglio è quello di Viaggi Giovani. Il concetto è sempre lo stesso, anche se in questo caso parliamo di un tour operator vero e proprio con accompagnatore e quant’altro. Anche in questo caso si può partire da soli e conoscere persone nuove durante il viaggio. Si ha uno sconto sulla camera doppia, quindi da dividere con un altro viaggiatore che è generalmente dello stesso sesso. Anche se non si fa la cassa comune, ci sono tante serate libere in cui i viaggiatori possono organizzarsi come meglio credono, andando a visitare in autonomia luoghi particolari della città in cui vengono ospitati o ristoranti tipici.