close
A SPASSO TRA LE STELLE

A SPASSO TRA LE STELLE

4 settembre 2015938Views
cupola_anteprima

Vi perdete la sera a guardare incantati le stelle, cercando di capire quali e quante siano le costellazioni?

Se amate praticare lo “star-watching”, ovvero andar per notti con il naso all’insù, anche se non è la notte di San Lorenzo, e volete essere sicuri di avere la mappa completa del cielo, vi basta scaricare Google Sky Map, l’applicazione gratuita, che grazie alla funzione di ricerca permette di orientarvi e trovare una stella, un pianeta o un punto luminoso, in un batter di… touch screen. Due le raccomandazioni: i nomi vanno digitati in inglese ed è meglio stare in un luogo con poca luce. Il programma vi indica, con l’utilizzo di una freccia, l’orientamento da far assumere allo smartphone per scoprire facilmente Vega, la Chioma di Berenice o l’Orsa Maggiore.

stelle_articolo

Se, invece, siete poco tecnologici ma vi piace comunque scoprire l’affascinante mondo astronomico, allora fate tappa a Milano. Qui all’interno di Palazzo Brera, si trova il Museo Astronomico-Orto Botanico . Entrate nella galleria per ritrovarvi immersi tra decine e decine di carte e mappe, orologi e cronografi, telescopi fissi e mobili, modelli planetari e di meteorologia. Tra uno strumento e l’altro, non potrete non ripensare a Galileo Galilei che, più di quattrocento anni fa, ebbe il merito di puntare verso il cielo il primo cannocchiale della storia (era il 1609).

Periodicamente vengono organizzate aperture straordinarie con la visita libera e gratuita. La prossima data da tenere a mente è domenica 27 settembre, dalle 10.15 alle 16. Si replica sabato 31 ottobre in occasione della chiusura del semestre Expo. Non perdete l’occasione di curiosare anche nell’annesso Orto Botanico per un “tuffo” tra centinaia di piante officinali e alberi secolari, peonie e aquilegie (è disponibile anche un percorso per non vedenti). Non manca anche lo spazio dedicato ai vari ortaggi.

telescopio_articolo

In maniera virtuale o reale, l’importante è non dimenticare di alzare ogni tanto lo sguardo al cielo, specie quando vi trovate in campagna o lontano dai centri abitati (per avere una resa migliore, deve esserci poco inquinamento luminoso, poche luci insomma), solo così sarete pronti a cogliere il guizzo di una stella cadente ed esprimere il vostro desiderio.