close
Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia
La giornata dei Parchi Letterari

La giornata dei Parchi Letterari

29 settembre 2017898Views
losaiche_cover_parchi

«Quanto c’è di qui all’Adda? – gli disse Renzo, mezzo tra’ denti, con un fare da addormentato, che gli abbiam visto qualche altra volta. All’Adda, per passare? disse l’oste. Cioè… sì… all’Adda».

Risuonano ancora nella nostra testa le parole di Alessandro Manzoni ne I Promessi Sposi e per rileggere il suo capolavoro letterario non è necessario rispolverare il libro, confuso magari tra gli scrittori contemporanei sulla libreria. Basta visitare il parco letterario a lui dedicato a Cassano D’Adda, in provincia di Milano. E come questo, ce ne sono tanti altri in tutta Italia. Andando in giro per il nostro Bel Paese, ciascuno può “ritrovare” quel libro, quel romanzo, quel saggio, quelle poesie che più fanno parte del proprio vissuto, sui passi di una emozione continua, fatta di parole, versi, racconti. E la scelta è davvero ampia. L’occasione è la Terza Giornata dei Parchi Letterari, il 22 ottobre, promossa dalla rete della Società Dante Alighieri. Una festa, completamente gratuita – con spettacoli, letture, percorsi naturalistici, visite guidate e itinerari gastronomici, scambio di libri (Barattolibri) – che continua a far sognare, incontrare i “cantori di ieri” e rivivere i luoghi che hanno ispirato alcune delle più celebri opere della nostra letteratura. Da Manzoni a Dante, da Petrarca a Giosuè Carducci, da Albino Pierro a Eugenio Montale, da Giuseppe Giovanni Battaglia a Tommaso Landolfi e Isabella Morra.

In Toscana, si trova il Parco Letterario Giosuè Carducci (1835-1907), a Castagneto Carducci (Li). «Quel tratto della Maremma che va da Cecina a San Vincenzo, è il cerchio della mia fanciullezza… Ivi vissi, o, per meglio dire, errai, dal 1838 all’aprile del 1849». Le dolci colline, la strada del vino, i boschi, gli uliveti, le pinete ombrose, il canto delle cicale, le ampie spiagge su un mare cristallino, i castelli dei Della Gherardesca: è questo uno scenario che affascina. In programma due visite guidate (completamente free) all’interno del Museo Archivio dal titolo: “Carducci e le donne”, per scoprire un Carducci inedito, intimo e romantico. Una sorta di racconto biografico del Poeta dal punto di vista sentimentale: i primi amori, il fidanzamento con Elvira Menicucci e le numerose ammiratrici e muse che hanno costellato la sua vita (partenza dal Museo Archivio carducciano alle 11 e alle 16).

CA_losaiche_parchi_uno

Tra le Cinque Terre si ritrovano le tracce di uno dei più grandi poeti del ‘900, il premio Nobel Eugenio Montale, protagonista del Parco Montale e Le Cinque Terre a Monterosso A Mare (La Spezia). Da ammirare quei “dorsi di colli e di cielo” che hanno ispirato molti suoi versi.

Nel Lazio, tutto ruota attorno al parco letterario di Pier Paolo Pasolini, a Ostia. Si parte dal monumento (realizzato dallo scultore Mario Rosati), a ricordo del tragico evento che spezzò la vita dello scrittore (1922-1975), situata al centro di un’oasi naturale protetta (CHM-Lipu). Si attraversa la Riserva Naturale Statale del Litorale Romano e ci si trova al centro di realtà storiche, architettoniche ed ambientali uniche come Ostia Antica, la foce del Tevere, il borgo papale medioevale di Gregoriopoli, i villini liberty e il razionalismo di Adalberto Libera.

CA_losaiche_parchi

A Valsinni, in provincia di Matera, ci si muove sulle orme di Isabella Morra, una delle voci liriche più importanti del XVI secolo, giovane poetessa, prima reclusa per futili “ragioni d’onore” e poi uccisa dai fratelli a 25 anni per aver stretto una relazione con un nobile spagnolo non gradito alla famiglia. Esplorando vicoli e viuzze del borgo medioevale si arriva al castello, mentre i menestrelli accompagnano il cammino con le loro musiche. Canti e recitazione di poesie arricchiscono il “viaggio sentimentale”. Da quassù “D’un alto monte onde si scorge il mare… ”

 

Info: www.parchiletterari.com