close
SCOPRIRE LE CITTA’ CON MEZZI GREEN

SCOPRIRE LE CITTA’ CON MEZZI GREEN

losaiche_cover_mezzi

Gli esperti sono tutti d’accordo. Stare all’aperto è un valido aiuto per vivere bene. Non solo in mezzo alla natura, ma anche in città. Così vale la pena muoversi in maniera alternativa – e ecologica – a ritmi lenti, con la possibilità di raggiungere facilmente ogni angolo più nascosto.

A Bologna potrete passare persino tra le due famose Torri, la Garisenda e gli Asinelli, se decidete di fare un giro in risciò (un velocipede a tre ruote) con un conducente che pedala. L’associazione Primavera Urbana ha lanciato i “Bi-bo tour” per godere di luoghi inediti nel centro storico chiuso al traffico (solamente da giovedì a domenica e nei giorni festivi). Grazie all’uso di un tablet, avrete la possibilità di scegliere tra due percorsi tematici, con partenza da Piazza Maggiore e tappe in prossimità di alcuni punti di interesse fuori dai circuiti ordinari. “Tra storia e leggende” porta ad ammirare i monumenti e i palazzi più tradizionali come il Palazzo del Podestà o la Sala Borsa, ascoltando storie e leggende, mentre “I luoghi della musica” si avvicina alle sedi e ai personaggi che hanno fatto di Bologna un laboratorio della cultura e della creatività, fino al Teatro Comunale progettato dal Bibiena (la città felsinea è l’unica in Italia riconosciuta dall’Unesco “Città Creativa della Musica“). I dispositivi multimediali, caricati con immagini, rumori, video, musiche, suoni e racconti vocali, contribuiscono a rendere più coinvolgente l’esperienza. Entrambi i percorsi hanno due versioni variabili nella durata, a scelta da 30 o 60 minuti e, oltre all’italiano, il tour è disponibile in inglese (a partire da 20 euro).

CA_losaiche_mezzi_immagineinterna_02

Si chiama sightjogging, ovvero andare in giro per monumenti (sightseeing) e mantenersi in forma (jogging). E non ci si sente mai soli. Anzi. Si gira in compagnia di un giovane personal trainer che funziona anche da guida e cartina vivente. Dà nozioni e curiosità di storia dell’arte, alternate a consigli pratici su come mantenere costante l’andatura o come regolare la respirazione. Una vivace esperienza da fare a Roma che vi regala un’ottima forma fisica, un vero e proprio attacco al viaggio sedentario, e il buonumore è assicurato. Diversi i percorsi da scegliere, e si può anche essere un gruppo di amici fino ad un massimo quattro, per condividere questi momenti – e tagliere il budget di spesa a persona (la tariffa oraria è di 70 euro). Si va a ritmo sostenuto e intanto si abbracciano i monumenti con lo sguardo. Gli occhi si riempiono di statue, angeli, colonne, fontane, chiese e palazzi, che appaiono all’improvviso. È una gioia calare sulle rive dell’isola tiberina, cuore del Tevere, intrepida nave di pietra immobile nei secoli, e osservare la potenza dei flutti di un fiume carico d’acqua e mai uguale a sé stesso. O ancora, si può intraprendere il percorso che segue il cammino della storia. Tra le vestigia antiche dei fori imperiali e costeggiando il Colosseo.

A Matera, capitale italiana della cultura per il 2019, il fermento e i colori si notano anche nei mezzi di trasporto. Così se avete voglia di divertirvi provando un nuovo modo di spostarsi, il servizio di Ape Calessino è l’ideale. Ce ne sono diversi riconoscibili per lo stile e i drappi in tessuto, o le decorazioni. Tra questi, spicca l’ApeVito dallo stile vintage e modello cabrio che si muove in un tour panoramico tra le sinuose viuzze dei rioni pietrosi, patrimonio Unesco. E non solo, si può andare anche nelle campagne rupestri circostanti o fare anche una pausa con aperitivo. Si sorseggia un drink mentre dall’abitacolo del magico tuk tuk si godono scorci unici. Ovviamente anche farsi fotografare a bordo dell’ape taxi più piccolo di casa Piaggio, con lo scenario dei Sassi dietro, diventa un’occasione unica.

CA_losaiche_mezzi_immagineinterna_03