close
Stanze d’albergo: originali e immerse nella natura

Stanze d’albergo: originali e immerse nella natura

losaiche_Camere_cover_interna

Stanchi della solita stanza d’albergo? Scegliete una struttura ricettiva più fantasiosa, dove le parole d’ordine sono originalità e sostenibilità. Del resto, secondo la fondazione Univerde, il 61% degli italiani sceglie la propria meta in base alle attrazioni naturalistiche che la destinazione offre. Attraverso la riscoperta dei sensi si può così recuperare il rapporto perduto con la Natura, sentendosi completamente parte di essa.

Dove andare? Abbiamo selezionato i posti più caratteristici per una notte di quelle che si ricordano.

Avete sempre sognato di avere a disposizione una torre tutta per voi? A Mortola, nel comune di Ventimiglia in Liguria, si può riservare la torre del 1500 immersa in un incredibile giardino botanico (oltre 20 mila metri quadri) a picco sul mare della Liguria. Un vero angolo di Paradiso. Tutto intorno, alberi secolari e le piante di Aloe Arborescens, dai mille usi e benefici che si possono scoprire durante il soggiorno. Arredi antichi, letti ricavati in vecchie barche di legno e qua e là opere d’arte contemporanea.

losaiche_Camere_IMGinterne02

Sul poggio di San Sano, al Castellare de’ Noveschi, nella splendida campagna senese, potete dormire in un’antica enorme botte di legno, importata dalla Francia, tra profumi intensi di legno e pavimenti che, scricchiolando ad ogni passo, evocano storie del passato. La suite “Sogni di Bacco” è la chicca di questo piccolo relais di charme, realizzato in un’antica torre di avvistamento del 1200 che fu dimora di alcuni dei granduchi di Toscana. Non manca un tino di fine ‘800, dove immergersi per un bagno relax. Ovunque il sentore di essenze d’uva fragola.

Sempre in Toscana, all’agriturismo fattoria La Prugnola, a Montescudaio vicino Pisa, nel cuore di una natura rigogliosa, si può vivere l’avventura di trascorrere qualche ora in una Yurta, ovvero l’abitazione tradizionale delle popolazioni nomadi della Mongolia. Una dimora nomade realizzata con materiali naturali, semplice e funzionale, resistente e leggera, esteticamente gradevole ed accogliente. È isolata termicamente grazie al feltro di pecora, prodotto dai nomadi stessi, e steso su tutta la superficie della tenda. Anche quando fuori la temperatura raggiunge il sottozero, all’interno si mantiene un buon tepore.

Se sognate di addormentarvi guardando le stelle, la green bubble room della fattoria urbana Villarè, in Sicilia, è quella che fa per voi. Nel cuore di Messina, si trova quest’oasi ecosostenibile, nella quale i proprietari hanno inserito le bubble room, sfere di materiale 100% riciclabile che regalano la possibilità di ammirare il cielo stellato e di svegliarsi con le prime luci del sole. Presso la fattoria didattica è possibile, inoltre, visitare il frantoio, l’agrumeto ed il forno, con la possibilità di raccogliere la frutta e sperimentare il processo di panificazione.

In Sardegna, altra dimora eco-sostenibile è l’Essenza, una vera oasi tra gli 8000 ettari del Parco Naturale di Tepilora (Nuoro), dove riscoprire il lusso naturale e primitivo dell’anima. Si viene accolti nei pinnettos, le tipiche abitazioni in pietra e frasche dei pastori locali, ognuna di un colore diverso per sfruttare il potere della cromoterapia, circondati dai profumi e i colori di lavanda, ginepro, mirto ed elicriso (a seconda della stagione). Lo stile di vita slow si ritrova nei prodotti biologici a km 0, nell’energia pulita al 100% ma anche nella bioedilizia e la possibilità di muoversi in bicicletta lungo gli itinerari che si snodano intorno alla fattoria. Non mancano sessioni di yoga, di meditazione e percorsi sensoriali.

losaiche_Camere_IMGinterne03

Se siete alla ricerca di una vacanza green potete consultare anche il portale Ecobnb. La piattaforma web e mobile app permette infatti di trovare strutture ricettive rispettose dell’ambiente che hanno adottato almeno 5 di 10 buone pratiche di sostenibilità – dal cibo biologico, all’energia pulita – e che sono verificate dagli eco-viaggiatori. Sono piccoli B&B immersi nella natura, ma anche hotel di lusso, agriturismi biologici o eco-ospitalità davvero particolari. Provare per credere.