close
Sport: 5 app per una corsa verso il benessere

Sport: 5 app per una corsa verso il benessere

5 settembre 20182496Views
cover_corsa

È uno dei modi migliori per tenersi in forma, bruciare calorie, attivare il metabolismo e produrre le endorfine del buon umore: la corsa è uno sport semplice e ancestrale anche se sono ormai tanti i runners che, una volta allacciate le scarpe, si muniscono di smartphone per avviare un’app di tracking dell’allenamento. Ma quali sono le migliori? Per rispondere ci siamo piacevolmente persi nella rete alla ricerca delle applicazioni più pratiche ed originali per correre alla velocità dei bit!

Permette di misurare il ritmo medio, la distanza percorsa, il tempo impiegato e le calorie bruciate: Runkeeper, disponibile per dispositivi Ios e Android, è tra le app più pratiche e semplici da usare: dopo il download basta registrarsi, inserire i propri dati e avviare l’allenamento. Runkeeper permette inoltre di condividere i propri sforzi sui social con tanto di foto del percorso e durante l’allenamento vi affianca con un assistente virtuale che, in tempo reale, comunica gli obiettivi raggiunti. Il coach è anche in grado aiutarvi a praticare un piano specifico di allenamento studiato appositamente dall’app. Importante il servizio di previsioni meteo che l’app mette a disposizione in maniera tale da evitare di iniziare l’allenamento se è in arrivo la pioggia.

immagine-interna-2_corsa

Una corsa al ritmo di una musica scelta proprio dal ritmo della corsa: non è un gioco di parole ma l’esperienza possibile grazie all’app Runify presente su Itunes e che funziona in simbiosi con Spotify.  L’applicazione funge da traker dell’attività sportiva, quindi calcola le distanze, le calorie bruciate, l’andamento e la velocità variando musica in base al ritmo dell’allenamento: nei momenti più faticosi avrete canzoni più intense mentre quando diminuirete l’attività potrete ascoltare note più lente. Ma se la funzione non alletta le vostre orecchie potete sempre permettere all’app di mixare la vostra personale playlist di Spotify per avere note giuste durante ogni momento del vostro percorso.

Per gli amanti della competizione l’app migliore è Strava disponibile per dispositivi Ios e Android. L’applicazione monitora il tragitto dell’allenamento, in tutti i suoi momenti, ma è molto più di un semplice Gps perché condivide automaticamente i risultati ottenuti senza tante configurazioni, consentendovi di sfidare i vostri amici. Così dopo ogni corsa sarà possibile verificare le vostre performance, stabilire nuovi obiettivi ma anche seguire gli allenamenti dei vostri amici e incitarli durante il tragitto. Particolarità dell’app è la possibilità di mettervi in contatto con la community degli Stravas tanto da sfidare gli altri utenti anche a distanza: insomma un’ottima scusa per fare nuove amicizie!

Se la corsa è la strada che volete percorrere per raggiungere la perfetta forma fisica, l’app utile sullo smartphone è In forma Correndo da scaricare su Itunes e Google Play Store. L’applicazione propone 7 diversi piani di allenamento con 5 allenatori di fitness che forniscono in tempo reale istruzioni vocali durante le sessioni di cardio-fitness oltre a sostenervi e a incitarvi per il raggiungimento dei vostri obiettivi. In forma Correndo come tutti i tracker monitora distanza, tempi, passi, percorso gps di ogni allenamento e consumo calorie per la perdita di peso con tanto di sezione dedicata all’alimentazione corretta, ricca di ricette per colazione, pranzo e cena.

immagine-interna-3_corsa

Se foste inseguiti dagli zombie, quanto velocemente correreste? Ecco quale potrebbe essere lo stimolo migliore per convincere anche i più pigri a indossare le running e fare movimento. Infatti è l’idea alla base di Zombies, Run! L’app per smartphone Ios e Android è tra i tracker più particolari: un mix geniale di gaming e fitness che trasforma ogni utente in un eroe pronto a fare di tutto per salvare la propria città dagli zombie. L’avventura è quindi il leitmotive dell’app che garantisce l’immersione in una realtà parallela fatta di voci terrorizzate alla vista di zombie, finte edizioni dei tg che denunciano l’invasione, medicine da comprare per sopravvivere ai mostri e musica a tema per rendere l’esperienza ancora più terrificante. E una volta salvi, in casa, non pensate di riposarvi perché dovrete continuare a ‘giocare’ e a combattere gli zombie. Insomma, ormai tira una brutta aria per i pigri!