close
Aspirapolvere: scegli un prezioso aiutante

Aspirapolvere: scegli un prezioso aiutante

2 novembre 201825Views
losaiche_Aspirapolvere_cover_interna

Dovete sapere che il mio aspirapolvere fa parte ormai della famiglia. Pensate, che gli ho anche dato un nome!

Scherzi a parte, in fondo lo uso tutti i giorni, dimezza i miei tempi per le faccende, pulisce a fondo, meglio di una normale scopa. Perché non dovrei considerarlo uno di famiglia?

Eppure, mi sono chiesta tempo fa se l’aspirapolvere fosse un dispositivo troppo “inquinante” per la mia casa e per il nostro pianeta. Queste domande sono lecite e forse ve lo sarete chiesto anche voi.

Perciò mi sono documentata e, per “assolvere” il mio amato aspirapolvere, dallo studio che ne ho fatto, è uscito che:

  • Utilizzando l’aspirapolvere senza sacchetto non c’è affatto bisogno poi di “differenziare” i rifiuti. Ciò vuol dire “meno sacchetti da sostituire e smaltire = meno inquinamento”
  • Gli aspirapolvere di ultima generazione, oltre a consumare meno energia elettrica perché di classe energetica superiore, hanno dei filtri speciali che trattengono le polveri sottili, comunemente dannose alla nostra salute.
  • Alcuni aspirapolvere hanno dei dispositivi integrati “aspira e lava” che non necessitano di detergenti, oppure ne richiedono una quantità minima, svolgendo la loro azione igienizzante con il vapore. Per questo motivo si possono evitare spese inutili di detersivi non sempre amici dell’ambiente.

A parte tirar su la polvere dal pavimento, cosa possiamo fare con un aspirapolvere?

losaiche_Aspirapolvere_IMG03_interne

Intanto possiamo aspirare l’aria dai sacchi per il sottovuoto di piumini e coperte. In questo modo avremo raddoppiato lo spazio nell’armadio. Se dobbiamo asportare il vecchio intonaco da una parete o dal soffitto, applichiamo una spatola all’imboccatura del nostro aspirapolvere, in questo modo potremo lavorare senza rilasciare polvere ovunque nella casa. Se poi, prima di iniziare a pulire, avrete l’accortezza di aspirare un batuffolo di cotone con 10 o 15 gocce del vostro olio essenziale preferito, dopo aver terminato il profumo si diffonderà in tutta la casa. Applicando un riduttore potrete aspirare facilmente la polvere che si insinua tra i tasti del vostro notebook o nella presa d’aria di tv e console da gioco. La polvere presente nei meccanismi di questi dispositivi elettrici, infatti, riduce di molto le loro prestazioni.

Ma come scegliere l’aspirapolvere che fa per noi?

Ce ne sono talmente tanti e di tutti i tipi che spesso la scelta diventa difficile. A parte le indicazioni appena date (senza sacchetto, di classe energetica superiore e la presenza del filtro per le polveri sottili) ciò di cui dobbiamo tener conto sarà la praticità nell’utilizzo:

Dovrà essere indubbiamente un apparecchio leggero e maneggevole, senza filo o con il cavo riavvolgibile.

In casa dobbiamo averlo sempre a disposizione, scegliendo un posto facile da raggiungere anche se non in vista. Inutile nasconderlo in un ripostiglio tra altri mille oggetti ingombranti se poi l’idea di prenderlo ci fa passare la voglia di usarlo.

Inoltre per un acquisto ponderato vediamo quali sono le differenze sostanziali tra aspirapolvere a traino e aspirapolvere verticale.

Se la vostra abitazione prevede grandi ambienti su un unico piano l’aspirapolvere a traino è ciò che fa per voi. Di solito dispone di tantissimi accessori utili per cornici, termosifoni, tapparelle, ecc Ciò comporta però un notevole ingombro pertanto dovrete prevedere un posto capiente per riporlo.

L’aspirapolvere verticale invece è adatto agli ambienti più piccoli e alle abitazioni dove sono presenti le scale. Il suo unico limite è non poter raggiungere facilmente i ripiani più alti, ma dalla sua parte ha l’estrema praticità di poter essere utilizzato per le pulizie veloci e quotidiane.

In ultimo, ma non per importanza, troviamo i moderni robot aspirapolvere. Questi dispositivi ultra tecnologici oggi sono molto più accessibili nel prezzo e riescono a coprire con una carica l’intero pavimento di un piccolo bilocale.

Si può uscire e lasciarli girare per la casa in completa autonomia. Ottima cosa per chi lavora e ha poco tempo da dedicare alle faccende domestiche. Al vostro rientro li ritroverete al loro posto poiché, dotati di “memoria”, dopo aver imparato la planimetria di casa, quando stanno per esaurire la loro carica, tornano autonomamente alla loro base. Le dimensioni e la forma permettono loro di passare sotto i letti e i mobili. Tuttavia il risultato non è ottimale negli angoli o dietro le porte, quindi non potrete certamente escludere una pulizia più approfondita di tanto in tanto.

losaiche_Aspirapolvere_IMG02_interne

Ora, dopo questo attento studio posso dire di poter promuovere il mio aspirapolvere a pieni voti! Rispettoso dell’ambiente, pratico e maneggevole sono pienamente soddisfatta del mio aiutante in casa!