close
Burro di cacao che avanza, che ne facciamo?

Burro di cacao che avanza, che ne facciamo?

27 febbraio 20189499Views
losaiche_cover_burrocacao

Uno era nella tasca del cappotto che ho appena portato a pulire, un altro nel cassetto del comodino (mi ero proprio dimenticata di averlo lì) e un terzo in fondo alla borsa chissà da quanto tempo.

Sto parlando dei tubetti di burro di cacao che ritroviamo dopo mesi (o anni) sparsi per la casa, spesso appena iniziati, altre volte consumati a metà.

Puntualmente, all’inizio della stagione, appena le labbra cominciano a screpolarsi per il freddo, lo compro. Poi, sempre puntualmente, lo perdo. E se poi capita di trascorrere la domenica sulla neve con gli amici lo compro di nuovo…e tempo due giorni, chissà dove va a finire, lo perdo. Un loop infinito praticamente.

Alla fine ho deciso che non voglio più perdere i soldi già spesi. Quindi raccoglierò tutti i miei tubetti di burro di cacao ritrovati e li userò in altro modo.

La funzione principale del burro di cacao naturalmente è quella di ammorbidire e idratare le labbra. Inoltre ha un’azione protettiva con specifiche proprietà emollienti, nutrienti e antibatteriche. Per questo i suoi utilizzi possono essere molteplici.

CA_losaiche_burrocacao

Ma scopriamo insieme cosa fare del burro di cacao quando avanza.

Il primo utilizzo che voglio raccontarvi è davvero curioso: fissare il profumo sulla pelle. Il profumo, come sapete, non dura tutto il giorno, anzi spesso dopo qualche minuto non lo sentiamo più. Passate poco burro di cacao sui polsi e dietro la nuca per poi spruzzare la vostra fragranza preferita! L’effetto sarà più duraturo, provare per credere!

Dopo la doccia passate il burro di cacao sui talloni e sui gomiti screpolati dal freddo. Sembrerà assurdo, ma riesce a prevenire prurito, secchezza, smagliature e arrossamenti.

Proprio perché protegge le nostre labbra dagli agenti atmosferici (freddo o caldo che sia) potrà proteggere allo stesso modo anche le nostre mani. Passate il burro di cacao sulle nocche screpolate ad esempio o sul viso.

Prima della rasatura, passato sulla barba particolarmente irta, ammorbidisce la pelle e il rasoio scivolerà senza irritare.

E le sopracciglia? Sembreranno più in ordine e curate se passeremo un velo di burro di cacao dopo averle depilate e pettinate per bene.

CA_losaiche_burrocacao

Le scarpe nuove, si sa, spesso provocano fastidiose vesciche dovute allo sfregamento. Passate il burro di cacao sui punti critici prima di indossare le scarpe. La pelle, così ammorbidita, non ne risentirà.

Se il nostro burro di cacao è arrivato fino all’estate non aspettiamo che scada (perché, lo sapete anche voi, vero, che le creme, i rossetti e tutto il make up hanno una scadenza?) ma usiamolo per attenuare il prurito e l’irritazione dovuti alle punture di zanzara.

Se invece ritroviamo dei tubetti troppo vecchi per essere utilizzati sulla nostra pelle, non buttiamoli via, ma utilizziamoli per coprire i graffi di una borsa in pelle o in cuoio. L’effetto burro restituirà la morbidezza e la brillantezza alla pelle screpolata e opacizzata.

Oppure, usiamo un vecchio burro di cacao per una cerniera o zip bloccata. Basta passarlo sui dentini e aspettare che la “magia” faccia il suo corso!

Scommetto che anche voi adesso andrete a cercare in fondo alla vostra borsa quel burro di cacao acquistato a settembre e mai più rivisto!