close
Cambio di stagione? Non farlo! Il risparmio è assicurato

Cambio di stagione? Non farlo! Il risparmio è assicurato

24 aprile 201812350Views
losaiche_cover_cambio

Tutti gli anni, almeno due volte l’anno, si ripresenta la solita questione del cambio di stagione negli armadi.

Posso dire che sono stufa abbastanza? Tirar fuori tutto, scegliere, catalogare, buttare e regalare e poi puntualmente la mattina apro il guardaroba e penso “Cosa mi metto?”

E poi, diciamocelo, il primo weekend di bel tempo che arriva, invece di uscire e assaporare il tiepido sole di primavera, lo trascorriamo chiusi in casa a domandarci “questo indumento l’ho indossato la scorsa stagione?” “rientrerò in questa taglia?” “queste scarpe hanno un valore affettivo per me”. Ora ditemi che valore affettivo possono avere delle scarpe ormai lise e fuori moda che non indosseremo mai più? E non mi metterò certo a parlare con i collant chiedendo loro se stanno comodi nel mio cassetto come suggerisce di fare una tipa giapponese che riordina magicamente l’armadio!

Quest’anno sovvertiamo le regole! Il cambio di stagione non lo farò. Questa decisione, già lo so, mi farà risparmiare soldi e fatica quindi mi sento molto propositiva. Volete provare insieme a me?

Ciò non significa ovviamente dover andare al mare con le maglie di lana o gli stivali di pelle. Dobbiamo soltanto predisporre bene gli spazi e gli indumenti in modo da non dover “cambiare” nulla.

CA_losaiche_cambio_immagineinterna_02

La prima cosa da fare è valutare e misurare tutti gli spazi a disposizione. Scoprirete che non è solo l’armadio a contenere gli indumenti, ma ci saranno dei cassetti, delle scarpiere, dei ripostigli pieni di mensole da sfruttare.

Dopodiché dovrete pensare a tutti i vostri capi di abbigliamento. Non ci crederete ma almeno la metà dei vostri indumenti non hanno stagionalità. Parlo di jeans, blazer, abiti morbidi da portare sia d’estate che in inverno, capi sportivi, ecc.

Questi dovranno avere il posto d’onore nel vostro armadio. Dovranno essere sempre a portata di mano.

Una mensola nel ripostiglio o armadio a muro potrà essere dedicata completamente alle borse. La prima metà per le borse estive, l’altra metà per le borse invernali. Nelle borse invernali andremo a mettere le sciarpe di lana che utilizzeremo la prossima stagione. In questo modo avremo risparmiato dello spazio utile nei cassetti della camera da letto.

I cassetti del comò saranno riempiti con tutte le maglie, disponendole con il criterio della leggerezza o pesantezza dei tessuti, da una parte quelle più leggere, dall’altra quelle più pesanti. L’unica accortezza che si richiede ovviamente è quella di riporre gli indumenti sempre con lo stesso criterio.

I divisori per i cassetti torneranno utili per la gestione degli spazi.

Nella scarpiera, stesso discorso, in basso stivali e scarpe invernali e man mano, a salire quelle estive fino ad arrivare ai sandali e alle infradito.

Cercate, per quanto possibile, di limitare l’acquisto e l’utilizzo di inutili scatole per contenere gli indumenti. Oltre a nascondere i capi dalla vostra vista, rendendoli praticamente inutilizzabili, le scatole sono costose e prendono polvere se riposte sopra gli armadi.

Ovviamente dovrete scegliere con cura gli indumenti da tenere, primi fra tutti gli indumenti della nostra taglia. Quelli che non riusciamo più ad indossare poiché troppo grandi o troppo piccoli vanno eliminati (regalati, venduti, buttati) subito senza aspettare il cambio di stagione. L’errore più grande che si fa è tenere tutto nell’armadio fino al prossimo cambio.

Un altro consiglio è quello di creare gli outfit completi (sopra, sotto, scarpe e accessori vari). In questo modo, senza lasciare nulla a metà, avremo sempre chiaro come vestirci.

CA_losaiche_cambio_immagineinterna_03

L’ultimo consiglio che vi do è quello di fare un inventario di tutti i capi di abbigliamento. Sarà bello “giocare” sulla carta abbinando gli indumenti e scoprendo tante combinazioni a cui non avevate ancora pensato. State pur certi che, dopo aver studiato per bene il vostro armadio, non dovrete spendere altri soldi in inutili e costosi capi di abbigliamento.

Un armadio ben areato, che contiene pochi indumenti ma ben tenuti e abbinati fra loro è sempre un piacere da vedere e da vivere.