close
Eco fai-da-te per la cura delle scarpe

Eco fai-da-te per la cura delle scarpe

16 ottobre 201811258Views
Calzature_COVER_articolo

Oggi parliamo di scarpe. Quante ne avete, le avete mai contate? 5, 10, 20 paia? Più di 50? Qualsiasi numero sia, dobbiamo prendercene cura. Tutti i giorni e ogni volta che andremo ad indossarle.

Si sporcano e si impolverano facilmente, tuttavia esistono dei rimedi molto efficaci, ecologici e poco costosi che possiamo adottare per pulire le nostre scarpe senza rischiare di danneggiare irrimediabilmente il cuoio, la pelle o i tessuti.

Curiosi di sapere come fare? Passiamo subito all’azione e prendete nota!

Tutte le calzature vanno spolverate inizialmente con un panno morbido e asciutto, meglio ancora con un vecchio pennello per il make up o una spazzolina dalle setole morbide.

Evita di lavare le calzature in lavatrice, anche se alcune di queste hanno un programma specifico. Se proprio non puoi farne a meno escludi la centrifuga, causa principale dei danni alle scarpe e al cestello della lavatrice stessa.

calzature_interna-2

Lascia poi asciugare le scarpe in un posto riparato dal sole, e all’interno inserisci dei fogli di giornale “appallottolati” per assorbire l’eccesso di acqua. Sostituisci il giornale dopo un paio d’ore.

Le scarpe e i sandali in gomma utilizzati in spiaggia vanno sciacquati per bene sotto l’acqua, rimuovendo qualsiasi traccia di sabbia e salsedine, lasciati asciugare e poi riposti dopo aver cosparso con del talco. In questo modo, la prossima stagione estiva non troveremo brutte sorprese come macchie di muffa o umidità.

Potrai nutrire la pelle delle scarpe con un vecchio latte detergente ormai scaduto e inutilizzato. In questo modo eviteremo il formarsi di quelle bruttissime screpolature della pelle. In mancanza del latte detergente potrai utilizzare del comune latte da bere.

Le salviettine detergenti dei neonati sono ottime per pulire e nutrire la pelle delle calzature. Tieni sempre un pacchetto di scorta, oppure utilizza quelle ormai asciutte da tempo se il pacchetto fosse rimasto inavvertitamente aperto, avendo l’accortezza di inumidirle un po’.

Il sapone di Marsiglia è indicato per le macchie particolarmente ostinate. Se ne scioglie un cucchiaino in un bicchiere d’acqua e si passa il panno inumidito, ma ben strizzato, sulle calzature. Il sapone di Marsiglia va bene anche sulle scarpe in tessuto, delicato quanto basta per non danneggiare le scarpe ma particolarmente efficace contro le macchie d’erba o di fango.

La gomma bianca delle scarpe da ginnastica tornerà nuova se utilizzeremo, con un vecchio spazzolino da denti, un po’ di dentifricio dalla formula sbiancante facendo attenzione però a non passarlo sui tessuti.

L’aceto, diluito in acqua, è particolarmente indicato per rimuovere gli aloni bianchi dovuti alla pioggia.

Calzature_interna-3

Le scarpe scamosciate, invece, sono le più difficili da trattare. Utilizza il sapone di Marsiglia sciolto in acqua. L’importante è che asciughino lontano da qualsiasi fonte di calore.

In ultimo, ecco un rimedio anti odore: prendi dei batuffoli di cotone e lascia cadere qualche goccia di olio essenziale agli agrumi, alla lavanda o al cedro e riponili all’interno delle scarpe.

Con questi pochi piccoli suggerimenti, senza spendere un capitale e senza utilizzare prodotti aggressivi, avrai le tue scarpe sempre nuove!