close
Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia
La mia agenda del risparmio 2017

La mia agenda del risparmio 2017

3 gennaio 20172222Views
preview_propositi

Alzi la mano chi, con l’approssimarsi del nuovo anno, non fa l’elenco dei buoni propositi!

Io sono una di quelle la cui lista è così lunga da doverla appuntare per non dimenticarmene già da metà gennaio! E sì, mi fa bene leggerla ogni tanto, vuoi per ribadire il concetto, vuoi per avere lo stimolo a non “mollare”.

Ecco, non starò certo a raccontarvi delle mie buone intenzioni di iscrivermi in palestra oppure del mio proposito, ricorrente ogni anno, di leggere almeno due o tre libri al mese. E poi quello di riservare più tempo per me e la mia famiglia senza correre dietro ai ritmi frenetici quotidiani spesa-casa-lavoro-scuola-bollette-da-pagare ecc godendo del divano, della tv e delle risate dei miei figli.

La lista sarebbe ancora lunga e potrei continuare, ma mi limiterò invece ai propositi più difficili da affrontare, in particolare alla mia sfida quotidiana per il risparmio e l’economia domestica.

Intanto bisogna procurarsi un’agenda, che sia cartacea o digitale poco importa, purché sia costantemente aggiornata. Bisogna “spendere” qualche minuto per prepararla all’inizio dell’anno, ma una volta pronta il resto viene abbastanza automatico.

Io preferisco la versione cartacea per poi analizzare il bilancio a fine anno con un semplice foglio Excel.

Sull’agenda è necessario indicare mese per mese le spese fisse (affitti, mutui, prestiti, rate, abbonamenti, assicurazioni, bollo auto, Imu, imposte varie ecc).

articolo_propositi_3

A seguire le spese variabili (utenze, carburante, spesa, ristoranti, libri ecc).

A matita bisogna riportare gli importi corrisposti nell’anno precedente così da avere delle previsioni di spesa abbastanza attendibili.

Prendere nota poi delle entrate (stipendi, regalie, rendite, ecc).

Cosa importante, non trascurare di registrare già dall’inizio dell’anno, ogni mese, le date di compleanni o ricorrenze varie, i cui regali incidono enormemente sul budget familiare. Ad esempio poniamo il caso che in un solo mese abbiamo quattro compleanni, oppure di essere stati invitati al matrimonio di un parente insieme a tutta la famiglia, in questi casi è logico supporre che avremo in quei mesi delle spese extra da considerare.

Tutto questo lavoro di “registrazione” fatto all’inizio dell’anno ci permetterà di avere un quadro approssimativo ma abbastanza veritiero dei mesi in cui potremo spendere in tutta tranquillità e di quelli in cui dovremo, per forza di cose, stare più attenti.

Se infine volete anche risparmiare, ecco un paio di idee per farlo senza troppa fatica:

– Mettete da parte 1 euro al giorno, alla fine dell’anno troverete 365 euro. Potrete così acquistare uno smartphone, un robot da cucina, o regalare al partner un bel weekend romantico.

– Per chi ama le sfide: scegliete di mettere via tanti euro quanti sono i numeri delle settimane. Ad esempio: la prima settimana un euro, la seconda settimana due euro, la terza settimana tre euro, e via dicendo. Alla fine dell’anno avrete risparmiato 1.378 euro da spendere per una fantastica settimana bianca oppure per una meno fantastica ma necessaria assicurazione auto.

articolo_propositi_2

– Se vorrete scegliere una cifra settimanale più consistente, ad esempio 20 euro, alla fine dell’anno vi ritroverete circa 1.040 euro da poter spendere in viaggio, visitando una capitale europea, o per l’acquisto del nuovo tv color in Hd per la casa!

– In ultimo, istituite ogni mese la settimana “NO_SPEND” settimana in cui vi impegnerete a non spendere per futili motivi (riviste, bar, e sciocchezze varie) che, diciamocelo, ci gratificano nell’attimo stesso in cui compriamo ma, appena rientrati a casa non consideriamo per più di una manciata di minuti.

Io ho già pronta la mia agenda da portare con me ogni giorno per tutto l’anno 2017 e voi?