close
Meno sprechi con il frigorifero organizzato

Meno sprechi con il frigorifero organizzato

25 maggio 20183022Views
losaiche_cover_frigo

Siete pronti ad affrontare l’estate, il caldo, l’afa e la conservazione degli alimenti?

C’è talmente tanta confusione e poco spazio che anche sistemare la spesa diventa…un’impresa!

D’inverno è più semplice. Basta posizionare gli alimenti lontano dalle fonti di calore, e magari utilizzare un angolo riparato del balcone per avere sempre tutto al fresco. Ma d’estate è davvero difficile conservare con cura i cibi freschi.

Andiamo con ordine!

Il frigorifero è dotato di una manopola che riporta i numeri da 1 a 5, dove i numeri 1 o 2 rappresentano la posizione base. Ruotando la manopola verso i numeri più alti il grado di refrigerazione aumenta.

Può succedere a volte di riempire il frigorifero in modo esagerato, in occasione di una festa ad esempio, e che il grado di refrigerazione per questo motivo non sia sufficiente a mantenere una temperatura adeguata. D’estate inoltre le aperture del frigorifero sono molto più frequenti e sorge la necessità di alzare la manopola verso i numeri 3 o 4.

In questo caso aumentate la refrigerazione per mantenere il giusto grado di conservazione degli alimenti ma fate sempre attenzione a non far “gelare” i liquidi nel frigorifero.

CA_losaiche_frigo_immagineinterna_02

Detto questo cerchiamo di capire nel dettaglio le indicazioni per una giusta conservazione degli alimenti:

Partendo dall’alto, nel ripiano superiore andremo a posizionare le uova, possibilmente nel loro contenitore di cartone, yogurt, formaggi duri, cibi cotti e sottovuoto.

Nei ripiani centrali troveremo i cibi già cotti, conservati negli appositi contenitori con coperchio, sughi, salse, affettati già aperti, avanzi di vario tipo.

Nei ripiani più in basso avremo carne e pesce crudi, cibo crudo in generale, debitamente suddivisi in appositi contenitori e mai in stretto contatto tra loro.

Nei cassetti andremo a mettere verdura e frutta fresca.

Per avere una conservazione ottimale degli alimenti preferite sempre i contenitori in vetro.

Per evitare la proliferazione dei batteri chiudete bene i contenitori e incartate per bene gli alimenti con l’apposita carta alluminio o pellicola.

La carta del pane conserva per bene sia la frutta che la verdura all’interno dei cassetti, ma forse non sapete che con la stessa carta del pane si possono conservare i salumi e i formaggi duri evitando così la fastidiosa “condensa” nella loro confezione originale.

E il risparmio dov’è? Sicuramente ci sarà meno spreco, più conservazione, più risparmio sulla spesa. Inoltre un corretto utilizzo del frigorifero ci farà risparmiare anche sulla bolletta dell’energia elettrica.

  1. Non riempite troppo il frigorifero, lasciate i ripiani areati.
  2. Raggruppate gli alimenti appena acquistati sul tavolo e aprite il frigorifero una sola volta evitando così dispersione di energia ad ogni apertura.
  3. I cibi cotti vanno lasciati raffreddare prima di essere messi in frigorifero.
  4. Scostate le confezioni dal fondo del frigorifero evitando così le fastidiosissime goccioline di condensa lungo la parete di fondo.
  5. Svuotate completamente il frigorifero almeno una volta al mese per una corretta manutenzione e un’accurata pulizia. Passate una spugna imbevuta di acqua e aceto in parti uguali su tutti i ripiani e le pareti del frigorifero. Asciugate con un panno.
  6. Posizionate all’interno una ciotolina con del bicarbonato, un ottimo assorbi odori.
  7. Sulla parete di fondo troverete un buchino in cui converge l’acqua di scolo della condensa. Spesso questo foro risulta intasato con conseguente accumulo d’acqua. Allora con una piccolissima molla da elettricista disostruite bene il foro.
  8. Fate sempre attenzione alla perfetta chiusura e alla guarnizione dell’anta. Se ci fosse anche solo una piccola fessura, ciò comporterebbe un notevole dispendio di energia elettrica. Il ghiaccio sul fondo è sintomo di malfunzionamento.
  9. In caso di assenza prolungata il frigorifero con doppio motore ci farà risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica in quanto si potrà spegnere il frigorifero mantenendo il freezer in funzione.
  10. In ultimo il consiglio più ovvio, ma mai scontato, è quello di scegliere un elettrodomestico con classe energetica A++ o superiore, che avrà sì, un costo iniziale più alto, ma che ci farà risparmiare notevolmente sulla bolletta dell’energia elettrica durante gli anni a seguire.

CA_losaiche_frigo_immagineinterna_03

Inserite nella vostra checklist di cose da fare la “manutenzione del frigorifero”, la vostra salute e il vostro portafogli vi ringrazieranno.