close
Organizza la cucina con idee salvaspazio!

Organizza la cucina con idee salvaspazio!

31 luglio 201896Views
losaiche_cover_cucina

La cucina, si sa, è l’ambiente della casa più vissuto, forse anche il più amato. Cucinare, parlare, mangiare, ma soprattutto condividere i momenti della colazione, del pranzo e della cena con le persone che amiamo.

A volte, se lo spazio lo consente, diventa un angolo studio di tutto punto.

Insomma se dobbiamo passare tanto tempo in cucina, che sia ben organizzata e funzionale!

Cose da non fare assolutamente:

  • A meno che il vostro arredamento non sia di tipo “gipsy” buttate via o riciclate i servizi di piatti e bicchieri scompagnati.
  • Non stipate milioni di utensili nei cassetti in maniera disordinata. Dopo qualche anno non ricorderete più di avere il tagliapizza o la pistola tagliabiscotti, così rischierete di acquistarli inutilmente alla prima occasione che incombe.
  • Non buttate via le scatole dei cereali o i classificatori per i documenti, torneranno utili per sistemare i rotoli di carta forno, pellicola e alluminio fissandoli all’anta della credenza. Le vaschette trasparenti portadocumenti saranno invece dei pratici divisori per raggruppare gli affettati nel frigorifero.
  • Non buttate via nemmeno i barattoli delle salviette umide dei neonati o le scatole delle veline. Una volta utilizzati, al posto delle salviette o delle veline, metterete le buste di plastica o quelle dell’umido. Se riposte una nell’altra, potrete usare lo stesso meccanismo per prelevarle di volta in volta.

CA_losaiche_cucina_immagineinterna_02

Cose da fare per una cucina più funzionale:

Ogni cosa al suo posto e un posto per ogni cosa!

Se rispetterete questa regola, avrete già fatto metà del lavoro.

Nella dispensa potrete “imitare” un po’ le corsie dei supermercati: la mensola della pasta, dello scatolame, delle salviette e naturalmente rispettate l’ordine di scadenza per non “dimenticare” qualche prodotto in fondo alla dispensa.

Fate un inventario ed eliminate i doppioni di pentole, padelle e tegami vari. Quaderno alla mano riportate le misure delle pentole e verificate che abbiano il rispettivo coperchio. Stessa cosa dovrete fare per i contenitori in plastica. Se riponete le padelle una dentro l’altra, ricordate di posizionare un cartoncino o una spugna sottile per evitare che si danneggi il fondo antiaderente. I coperchi potranno essere riposti, proprio in ordine di misura, nello scolapiatti accanto ai piatti.

Da quando ho organizzato il cassettone delle pentole in questo modo non spreco più tanto tempo imprecando sottovoce contro i coperchi che non hanno la giusta misura.

Se la vostra cucina è piccola e non avete molto spazio per pentole e padelle, utilizzate il sistema di griglie e ganci a parete come si usa fare nelle cucine dei ristoranti, un po’ stile industrial. Questo rimedio tuttavia ha dei risvolti negativi: le cose lasciate a vista sono poi soggette a sporcarsi di più con polvere, unto e fumo di cottura. Pertanto consiglio questo sistema soltanto se davvero necessario.

Per quanto riguarda i barattoli di sale fino e grosso, zucchero e caffè, ma anche di pastine varie e farine, scegliete sempre quelli ermetici, possibilmente in vetro e, perché no, impilabili.

I piatti girevoli, tipo ristorante cinese, saranno utilissimi per far girare le spezie o le varie salse come ketchup, maionese, senape ecc.

Esistono poi dei piccoli ripiani da posizionare nella dispensa per organizzare, le spezie, i piatti, i barattoli e via dicendo. Sono economici, durevoli, si adattano alle varie esigenze e soprattutto moltiplicano gli spazi a nostra disposizione.

Con questo sistema si potranno ordinare anche i detergenti nel sotto lavello. Io raccomando sempre un buon detergente multiuso a fronte di tanti detergenti specifici che occupano solo spazio, sono costosi e alla fine non sono più efficaci di un qualsiasi altro detersivo più versatile.

Una barra posizionata nel sotto lavello sfrutterà lo spazio “aereo” per riporre, appesi, i flaconi spray.

Gli elettrodomestici vanno lasciati a portata di mano. Alzi la mano chi ha il robot da cucina con i suoi millemila pezzi, inscatolato sul soppalco, utilizzato un paio di volte o poco più. Lo avevo anch’io e il pensiero di tirarlo giù per preparare il ciambellone o un frullato mi faceva passare tutte le fantasie. Alla fine meglio le fruste elettriche che ho accanto al lavello che ripongo subito dopo l’utilizzo.

Insomma se li avete, questi benedetti elettrodomestici, usateli. Quindi trovate un posto preciso per loro, sul piano da lavoro o nello sportello dove andrete a posizionare tutti i vari “aiutanti” in cucina come spremiagrumi, miniprimer, tritatutto, ecc

Sul piano lavoro ovviamente dovrete predisporre una comoda presa elettrica ed evitare così fastidiose prolunghe da riavvolgere. Se avete la possibilità aggiungete anche una luce/faro che illumini tutto il piano lavoro/cottura. Infatti nelle cucine dove è presente solo il lampadario, la nostra ombra viene immancabilmente proiettata sul piano lavoro, e ciò può essere stancante e scoraggiante.

CA_losaiche_cucina_immagineinterna_03

Le stoviglie più utilizzate come mestoli, cucchiai di legno, forbici andrebbero agganciati alla parete proprio sopra il lavello. Eviteremo così il continuo aprire/chiudere dei cassetti.

Le mollette in legno e il biadesivo saranno un simpatico espediente per appendere strofinacci e presine senza bucare le maioliche mentre il carrello porta frutta sarà più pratico dei bidoni per la raccolta differenziata per buttare carta, alluminio e plastica.

Se avrete l’accortezza di seguire questi piccoli suggerimenti avrete una cucina super organizzata e funzionale! Sarà più piacevole cucinare trovando ogni cosa al proprio posto e sarà ancora più divertente condividere la tavola in compagnia.