close
Vacanze? Come organizzare la casa per un rientro tranquillo

Vacanze? Come organizzare la casa per un rientro tranquillo

3 luglio 20183982Views
losaiche_cover_casaordine

Finalmente è tempo di vacanza! Che sia una settimana o due, poco importa. Bisogna evadere dalla routine e godere il più possibile del bel tempo, della meta che abbiamo scelto, della compagnia degli amici e della famiglia.

Ma si può partire ed essere spensierati per tutto il periodo di vacanza? A volte è davvero difficile dimenticare, anche per pochi giorni, il frigorifero, le spese e le scadenze, le piante (che dipendono da noi!) e gli impegni quotidiani.

Spesso poi succede che partendo per le vacanze trascuriamo quei piccoli dettagli che al nostro rientro si potrebbero tramutare in spese impreviste.

Tra le difficoltà più frequenti c’è quella di riuscire a capire se in nostra assenza l’energia elettrica sia venuta a mancare per qualche minuto o qualche ora. Ciò comporterebbe naturalmente il deterioramento degli alimenti che abbiamo nel nostro freezer. Come facciamo allora a sapere se possiamo consumare con serenità al nostro rientro i prodotti surgelati? Prendete un bicchiere e riempitelo d’acqua. Lasciatelo qualche ora nel freezer finché l’acqua non si sarà ghiacciata. Posizionate una monetina sul ghiaccio e partite serenamente. Al vostro rientro basterà osservare la monetina: se la monetina è rimasta dove l’avete lasciata potrete essere certi che nessun danno sia stato fatto. Se, al contrario, la monetina è scesa sul fondo del bicchiere sarà la conferma che l’energia elettrica è venuta a mancare in vostra assenza, e dovrete purtroppo buttare via il cibo congelato.

CA_losaiche_casaordine_immagineinterna_02

Almeno un mese prima della partenza verifichiamo la scadenza dei documenti. Carta di identità, passaporto ed eventuale patente di guida se viaggiamo in auto.

Allo stesso tempo, stampate (o salvate su mobile) i vari voucher di prenotazione di alberghi e voli aerei, ecc.

Tutta questa documentazione dovrete portarla sempre con voi, premunitevi quindi di un comodo portadocumenti.

E se durante il viaggio dovessero andare persi i vari documenti? Come fare? Sarà più semplice gestire l’imprevisto se, prima di partire, avrete avuto l’accortezza di inviare una email a voi stessi con tutti gli allegati o li avrete salvati su un drive condiviso. Questi saranno disponibili alla stampa in qualsiasi momento da qualsiasi dispositivo voi abbiate, che sia un pc, uno smartphone o un tablet.

Un altro pensiero che potremo “lasciare” a casa sarà la preoccupazione per le piante.

Se sarete fuori per oltre due settimane l’unico consiglio valido sarà quello di affidare le vostre piante ad un conoscente fidato o un parente. Naturalmente ricambierete il favore appena capiterà l’occasione.

Se, al contrario, starete via pochi giorni allora procedete in questo modo:

– raggruppate le vostre piante tutte in un angolo del balcone, l’una vicina alle altre, possibilmente all’ombra e riparate da eventuali temporali estivi. Le piante, così posizionate, manterranno l’umidità attraverso il contatto delle foglie e dei rami e non saranno esposte al sole arido e al vento.

– realizzate un sistema di irrigazione per le piante (fai da te) con le bottiglie pet, capovolte, a cui avrete fatto dei piccoli fori nel tappo per far scendere l’acqua lentamente. Se i vasi sono grandi predisponete più di una bottiglia capovolta.

– un altro metodo di irrigazione a rilascio prolungato è composto da un grande catino pieno d’acqua posto su un gradino o uno sgabello, quindi leggermente rialzato rispetto le piante. Da questo farete scendere un filo di lana o corda che andrete a posizionare sulla terra del vaso posizionato accanto. Ogni vaso andrà collegato al catino con il proprio filo che manterrà umida la terra fino al vostro rientro.

Documenti e piante sono a posto, e poi? Di cosa dobbiamo ancora preoccuparci mentre ci prepariamo per la partenza?

Di lasciare la casa in ordine, ad esempio. Ritornare stanchi e nervosi dalla vacanza è d’obbligo, ma trovare il letto disfatto o la cesta dei panni da lavare già piena non sarà certo d’aiuto per contrastare l’effetto stress-da-rientro. Quindi prima di partire, cambiate le lenzuola e svuotate la cesta dei panni da lavare, ordinate la casa e non lasciate nulla nel lavello della cucina. Svuotate la dispensa e consumate gli alimenti freschi e in scadenza. Ricordatevi di svuotare la lavapiatti e di lasciarla socchiusa per evitare cattivi odori. Allo stesso modo lasciate aperto l’oblò della lavatrice oppure l’odore della muffa non andrà via per lungo tempo!

Ricordatevi di buttare l’immondizia.

Chiudete il generale dell’acqua evitando noiose e costose rotture ai flessibili e alle tubature.

CA_losaiche_casaordine_immagineinterna_03

Staccate il contatore dell’energia elettrica solo se avete avuto l’accortezza di svuotare frigorifero e congelatore. In caso contrario staccate le prese dai muri dei vari impianti hifi e tv. Sono frequenti, infatti, i danni causati dai fulmini agli elettrodomestici di casa durante i temporali estivi.

Eh sì, dopo aver pensato proprio a tutto questo, potrete partire spensierati con la certezza che al vostro rientro la casa sarà ancora più bella e in ordine di come ricordavate di averla lasciata.