close
Cosa cucinare dopo Natale? Ecco le ricette anti-spreco

Cosa cucinare dopo Natale? Ecco le ricette anti-spreco

27 dicembre 20172197Views
losaiche_cover_natale

Natale, il periodo dell’anno più bello per grandi e piccini, ma anche quello che mette più a dura prova il nostro stomaco. Ogni occasione è stata buona per mangiare: che sia stata la cena con i colleghi prima delle vacanze natalizie, o il brindisi con gli amici, per non parlare poi del Cenone della Vigilia o del pranzo di Natale. E come dimenticare l’imperdibile tavolata di Santo Stefano? Insieme alle infinite ore passate seduti a festeggiare, ne passiamo anche tante in cucina a preparare manicaretti per deliziare gli ospiti. Tanto cibo preparato, che però spesso non viene mangiato. Ecco quindi alcune ricette per valorizzare il vostro lavoro ai fornelli, anche durante i giorni dopo le grandi mangiate natalizie.

Risotto e pasta in più?

Durante la Vigilia e il pranzo di Natale avete esagerato un po’ con le dosi dei primi piatti? Niente paura. Riutilizzate tranquillamente pasta e risotto per delle buonissime ricette da preparare i giorni dopo le feste. Potrete infatti preparare golosi timballi con la pasta. Vi basterà metterla in forno con un po’ di besciamella e, se si adatta al condimento, un po’ di formaggio grattugiato. Con il riso, invece, preparate delle sicilianissime arancine. Potrete farle di grandi dimensioni, come si trovano in Sicilia, oppure anche piccoline per i vostri aperitivi.

Troppo pane?

Lo si sa, il pane in tavola non deve mancare mai. Spesso capita però di esagerare un po’ con le quantità per le feste. Non c’è problema, con il pane raffermo, potete fare moltissime ricette. Utilizzatelo per esempio per preparare delle zucchine ripiene light. Come fare? Prendete le zucchine tonde, sbollentatele, scavatele e mettete la polpa in una ciotola insieme a del pane, a un po’ di formaggio magro e a un pizzico di curcuma (se volete potete aggiungere anche dei cubetti di prosciutto). Con questo ripieno, riempite poi le zucchine svuotate in precedenza e infornate a 180 gradi per 20 minuti.

CA_losaiche_natale_immagineinterna_03

Il secondo delle feste

Sulle vostre tavole poi, durante queste feste, non sarà sicuramente mancato sua Maestà l’Arrosto…il secondo per antonomasia. Ne è avanzato un po’? Rimboccatevi le maniche e preparatevi a fare delle gustosissime polpette. In questo modo potrete riutilizzare il vostro pregiato taglio di carne e far felici i piccoli di casa (ma non solo).

Amati dolci, eccovi sistemati

In questi giorni a ogni occasione si aprono panettoni, pandori e torroni. Ma puntualmente, dopo che gli ospiti se ne vanno, ve li ritrovate in giro per casa e non sapete come riutilizzarli? Potrete utilizzare i lievitati del Natale come alternativa ai savoiardi per un gustoso tiramisù o come ingrediente per una fantastica rivisitazione della zuppa inglese. Ma con il panettone e il pandoro potrete fare anche dei golosissimi cioccolatini.

CA_losaiche_natale_immagineinterna_02

CIOCCOLATINI DI PANETTONE o PANDORO

Ingredienti

400 g di panettone o pandoro (potete unire anche tutti e due)

150 g burro

1 Scorza di arancia

50 ml di Grand Marnier

cioccolato fondente q.b

Procedimento
Accendete il forno a 180° C. Sbriciolate grossolanamente con le mani le fette di panettone e/o pandoro su una placca da forno. Mettete in forno per una decina di minuti fino a che non sarà ben tostato. Nel frattempo fate sciogliere a fuoco dolce il burro con la scorza di arancia e alla fine togliete la scorza dell’arancia.
Togliete il panettone e/o pandoro dal forno, lasciate raffreddare qualche minuto e mettete il tutto nel mixer insieme al burro aromatizzato all’arancia e il Grand Marnier. Mixate tutti gli ingredienti (l’impasto apparirà sbriciolato ma con le mani si dovrà compattare). Mettete in una teglia dell’altezza di 1 cm, (precedentemente coperta da un foglio di pellicola in modo da facilitarne il distacco), stendete bene il composto ed infine, per livellare la superficie, coprite con un foglio di carta da forno e passate il matterello. Far riposare in frigo 3 ore. Nel frattempo sciogliete del cioccolato fondente (ricordarsi di scioglierlo a bagnomaria e non superare i 30 °C). Togliete la teglia dal frigo e tagliate a quadratini i cioccolatini, aiutandovi con delle forchette. Immergeteli nel cioccolato fuso e posateli sulla carta da forno. Servite i cioccolatini a temperatura ambiente.