close
Ottobre, tempo di verdure di stagione e a chilometro zero

Ottobre, tempo di verdure di stagione e a chilometro zero

2 ottobre 20187886Views
losaiche_Vellutate_cover_interna

L’estate è finita. Sì, lo so che starete già pensando “ma ce lo devi proprio ricordare”? Effettivamente riprendere con il tran tran quotidiano non è facile: scuola, lavoro, sport e impegni quotidiani. Una cosa positiva però c’è: con l’arrivo dell’autunno tornerete a passare più tempo in cucina. Se in estate le ore ai fornelli erano decisamente limitate per via del caldo e delle ferie, ora, con l’arrivo della stagione fresca sarà molto più facile e piacevole sperimentare nuove ricette.

Ripartiamo quindi dalle verdure, rigorosamente di stagione. Quello “dell’essere di stagione” non è un luogo comune o una moda. I prodotti, per essere buoni e genuini, devono essere sempre legati ai ritmi della natura del periodo che stiamo vivendo. Andate quindi ad acquistarli dal fruttivendolo sotto casa o, se potete, andate direttamente dal contadino. Solo così potrete assaggiare frutta e verdura dal sapore intenso, vero, che sarà utilissima per valorizzare la preparazione delle vostre vellutate. D’altronde, cosa c’è di più prezioso in questa stagione? Sono perfette anche se dovete “svuotare il vostro frigorifero”. Avete comprato da un po’ delle verdure e non sapete come utilizzarle? Non vi preoccupate, non vi toccherà buttarle via. Le vellutate sono infatti ricette anti-spreco: mettete in pentola, frullate e la magia è fatta! Inoltre sono perfette anche per la vostra “schiscetta” in ufficio o come cena da preparare il giorno prima e riscaldare la sera quando rientrate tardi dal lavoro. Così, a qualunque ora, in una cucchiaiata vi sembrerà di essere in campagna, a spasso per i campi, in una giornata di sole, immersi nel profumo buono della natura.

Vellutata di fave con cicoria, peperoni, pomodorini e Aceto Balsamico di Modena 

Ingredienti:

400 g di fave secche

400 g di cicoria selvatica

50 g di pomodorini datterino

100 g di peperoni

olio extravergine d’oliva

sale fino

acqua

Procedimento:

Per prima cosa dovete reidratare le fave mettendole in ammollo, in una ciotola con abbondante acqua fredda per circa 12 ore (in commercio ci sono anche quelle che non necessitano l’ammollo). A questo punto scolatele, sciacquatele sotto l’acqua corrente e mettetele a cuocere in una pentola, coprendole a filo con l’acqua. Lasciatele cuocere, a fuoco basso, per almeno 2 ore, aggiungendo, se necessario, dell’acqua calda. Eliminate la schiumetta che si forma con una schiumarola.

Nel frattempo lavate bene le cicorie sotto l’acqua corrente e lasciatele scolare, quindi pulitele, eliminando con un coltello la parte più dura. Sbollentate le cicorie velocemente nell’acqua salata per qualche minuto. Appena saranno tenere, scolatele e tenetele da parte.

Nel frattempo mescolate le fave (che nel frattempo saranno cotte) con un cucchiaio di legno. Otterrete quindi un purè dalla consistenza grossolana (se lo volete “stile vellutata” passatelo con un minipimer o nel bimby). Salate e componete il piatto, ponendo sotto le cicorie e sopra il purè di fave.

Se amate i contrasti di gusto, aggiungete qualche pomodorino datterino tagliato in quattro parti e dei peperoni precedentemente preparati in pentola con un filo d’olio. A guarnire il tutto una spruzzata di Aceto Balsamico di Modena.

Losaiche_Vellutate_interna-3

Vellutata di carote alla cannella con scaglie di mandorle, albicocche e prugne disidratate

Ingredienti:

500 g di carote

250 g di patate

2 scalogni

4 foglie di alloro

3 rametti di timo

1 cucchiaino di cannella in polvere

sale

pepe nero

500/750 g di acqua (a seconda della densità che desiderate)

albicocche secche

prugne secche

Procedimento

Lavate, pelate e tagliate a pezzetti le carote, le patate e i quattro scalogni. Mettete il tutto in una pentola capiente e aggiungete l’acqua. Fate cuocere a fuoco basso per circa mezz’ora. Nel frattempo legate insieme i rametti di timo e alloro con dello spago da cucina e aggiungeteli alla pentola. Quando le verdure saranno cotte, eliminate il mazzetto di aromi e passatele al minipimer (o frullatore o bimby) fino a che la vellutata non avrà raggiunto una consistenza cremosa. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete la cannella. A questo punto guarnite con dei pezzettini di albicocche secche e prugne disidratate (precedentemente passate in padella con una noce di burro e un cucchiaio di zucchero) e scagliette di mandorle tritate.

Tortino di patate con verdure e formaggio

Ingredienti:

1 kg di patate

2 uova

60 g di Parmigiano Reggiano

burro

sale

pepe

noce moscata

200 g di scamorza o altro formaggio che fila

80 g di piselli

2 zucchine

1 carota

olio extravergine d’oliva

Losaiche_Vellutate_interna-2

Procedimento

Per prima cosa dedicatevi alle patate. Lavatele bene e poi fatele bollire in abbondante acqua salata. Mentre le patate cuociono, passate alle verdure. Prendete le carote e le zucchine, privatele delle due estremità, pelatele e tagliatele a tocchetti. Mettetele quindi in una padella antiaderente ben capiente e fatele saltare con un filo di olio extravergine d’oliva (esclusi i piselli). Aggiustate di pepe e sale. Dopo circa una decina di minuti, quando le verdure inizieranno ad ammorbidirsi, aggiungete anche i piselli. Una volta che saranno cotte, mettetele da parte e dedicatevi nuovamente alle patate. Terminata la loro cottura, pelatele e schiacciatele.

Aggiungete quindi le uova, il formaggio grattugiato, noce moscata, sale e pepe. Amalgamate per bene il tutto. Il composto così ottenuto andrà utilizzato per creare un primo strato all’interno di una teglia precedentemente imburrata. Una volta creata la base ed i bordi, aggiungete il ripieno di verdure e i cubetti di scamorza. Coprite poi con la restante parte dell’impasto e arricchite con qualche fiocchetto di burro sulla superficie. Mettete in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti.